Torna alla homepage

Sagarana IL RAGNO E LA BAMBINA


Narda Fattori


IL RAGNO E LA BAMBINA



 

Come un ragno le teneva
otto zampe sul suo corpo di bambina
ma urlare no non si poteva
il padre contro il fratello la sua bambina
chiuse gli occhi che luce non vedesse
la vergogna dell’atto e della tenera
carne che non ci fosse cielo a spiare
né cielo a perdonare.
E ripete il gesto il ragno e la sua preda
e noi tutti qui a parlare di crisi e di gossip
muore dentro qualcuno quasi sempre
femmina e muore perché non sa perdonarsi
alle latitudini del mondo
e si tace per troppo dolore ancora
senza farmaco adeguato.




Narda Fattori

Narda Fattori nata e risiede a Gatteo (FC). Ha insegnato e pubblicato numerosi libri di didattica. Attualmente si occupa di laboratori di scrittura creativa e di poesia con adulti e con ragazzi. Collabora a vari lit-blog: VDBD, Carte sensibili, Poiein, Il giardino dei poeti, Transiti poetici, LPELS. Scrive prefazioni e recensioni, compare su varie riviste. Ha pubblicato 7 libri di poesia, presente in un gran numero di antologie. Ha curato il libro Donne, storie al femminile, Pazzini editore, 2012. Ha scritto e scrive anche racconti.





    Torna alla homepage copertina I Saggi La Narrativa La Poesia Vento Nuovo Nuovi Libri