CARNE TRITATA DI PRIMA SCELTA


Antonio Barreto


 



A SÚrgio Fantini


Lei punta il dito. Unghie stilografiche che graffiano il vetro. Indica. Questa.....
Lui si mette gli occhiali. Grassoccio, sudato. Faccia da aspirina effervescente in un bicchiere di cachaça. Mani sporche di sangue. Questa qui?
Proprio quella... Fesa, vero? Fesa esterna superiore: le cosce di un romanziere che praticava jogging tutte le mattine. Va bene.... Abbiamo anche un altro, scriveva racconti se non mi sbaglio. Costata? Costole larghe: faceva addominali e non aveva un filo di pancia. Gli piaceva anche correre dietro al successo. Dividile… ma togli le ossa. Detesto le ossa. Subito. Falla a pezzi, puliscila bene. Okkei.
Aspetta. Coltello sul bancone. Vuole altro, fesa interna, filetto? Girello... Abbiamo una gran signora, ex moglie di un banchiere.Scribacchiava acrostici e sonetti.Va bene... Quale parte?
Di dietro. Natiche. Deve avere delle natiche deliziose. Sono buone fatte con prezzemolo e porro.
Se vuole, posso darle la ricetta. No grazie! Ho le mie... Togli anche il grasso, eh? Sicuro.
Si accende una sigaretta. Il taglio preciso, chirurgico.
Che altro? Orecchie... ne hai? di fighettina... molto poetiche! Alcune ancora con gli orecchini. Coi pendenti? Due. Le prendo, incartamele a parte.
Cos' altro vuole? Copertina, quarta di copertina, risvolto di copertina... abbiamo anche un giovane cronista premiato. Ce l'ha il tatuaggio? Sì. Che cosa? Draghi, cose orientali, per esempio? Un tribale alternativo: vendeva poesie nei bar. Molto bello, per altro.
Tatuaggi azzurri, verdi, rossi e ancora con qualche peletto. Rasali. Niente peli. Mi piace liscia liscia.
Cosa ci fa, se posso chiedere? Hai già chiesto. La curiosità mi uccide... Li friggo. Si arrotolano meglio.
Rimangono più croccantini e più buoni da leccare, prima di morderli. Fanno "plec-plec" come il rumore delle macchine da scrivere, quelle più vecchie... Altro? Qualcuno che non ha ancora fatto l' amore.... Non aspettavano altro che lei! Guardi qui: abbiamo un trovatore di rime altisonanti, baciate e alternate e una minimalista che prediligeva terzine! Ulalà... Nessuno dei due ha mai amato? Solo platonicamente. Ma costa di più. Non c' è problema. E' fuori listino, come può vedere... Può portarsi via anche un editore, offre la casa. Che parte? Cervelletto. Fammelo a pezzettini. Sta bene con la vellutata di manioca. Per i brodi abbiamo anche i poeti principianti. Belli freschi? Giovani,giovanissimi. Alcuni ancora adolescenti. Quanto me li fai? Sono sul listino, può vedere lassù. Guardi pure. Sono buoni da fare a fettine? Sì. Sono buoni alla milanese. Lo so. Era solo un’idea. Io preferisco "alla Bismark" . Cosa? I poeti, con le uova sulla fettina. Perché? Si digeriscono meglio, anche se può sembrare il contrario.
Abbiamo anche la citrosodina, in caso di mal di testa o flatulenza. Non mi serve.
Ora tritami tutto per benino, capito? Cosa ha intenzione di farci, se posso chiedere? Ha già chiesto.
Kibbeh crudo con coriandolo, o forse involtini in foglie di vite.
Accende un' altra sigaretta. Ne offre una. La signora fuma? Solo qualche tiro, quando mi vengono a trovare... Cioè? Per mangiare anche me. La mangiano? Mangiano mangiano. Come? Con una certa timidezza e un' infinita pazienza. E dove? In palestra.
Ma lei cosa fa? Tonificazione filologica comparativa e spinning socio-linguistico.
Bello, molto bello.
Trita la carne e incartala per bene. Arrivederci.
La aspetto signora.





(Traduzione di Julio Monteiro Martins insieme ai suoi allievi dell'UniversitÓ di Pisa Martina Ricci, Giada Poggianti, Serena Cacchioli, Elena Moncini, Laura Marletti, Sara Scatena e Martina Barsanti.)








Antonio Barreto



        Precedente       Successivo       Copertina