"La narrativa Ŕ la forza benevola che giÓ da qualche generazione blocca l'espansione del male, argina gli incubi collettivi, e al tempo stesso modella una nuova umanitÓ." (JMM)

 


JULIO MONTEIRO MARTINS

Scrittore brasiliano, nel suo paese d’origine ha pubblicato nove libri tra raccolte di racconti, romanzi e saggi, tra cui Torpalium, Sabe quem dançou?, A oeste de nada e O espaço imaginário. In Italia ha pubblicato Il percorso dell’idea (petits poèmes en prose, 1998), Racconti italiani e La passione del vuoto (Besa Editrice, 2003). È stato professore di scrittura creativa al Goddard College (Vermont) dal 1979 al 1980, all'Oficina Literária Afrânio Coutinho (Rio de Janeiro) dal 1982 al 1989, all'Istituto Camões di Lisbona nel 1994 e nella Pontifícia Universidade Católica (PUC) di Rio de Janeiro nel 1995. Ha ricevuto il titolo di "Fellow in Writing" dall'Università di Iowa (International Writing Program) nel 1979. Fra i fondatori del partito verde brasiliano e del movimento ambientalista "Os Verdes", è stato avvocato dei diritti umani a Rio de Janeiro, responsabile dell’incolumità dei "meninos de rua" chiamati a testimoniare in tribunale sulle stragi dei bambini abbandonati. Attualmente insegna Lingua Portoghese e Traduzione all'Università Degli Studi di Pisa.

Per altre informazioni: Il Direttore