Nel centenario della nascita
Aggiornamento settimanale dal mondo Sagarana
Una sezione dedicata alle informazioni, ai suggerimenti, alle "dritte" del mondo culturale...
I testi dei nuovi autori
L'Europa e il Sud del mondo
Brani tratti da nuove pubblicazioni

I redattori e i collaboratori che hanno contribuito alla realizzazione di questo numero.

Un elenco di Siti di argomento letterario e culturale selezionati dalla Rivista Sagarana

La pubblicazione del numero 11 della rivista SAGARANA è prevista per il 
15 aprile 2003

Inizio Pagina Per contattarci  Collegamento alla Scuola Sagarana
.

SAGGI  


I testi contrassegnati da sono inediti in Italia, presentati in anteprima per i nostri lettori


Il teatro di Augusto Boal Alessandra Vannucci
"La lunga coerenza di Boal alla sua vocazione centrifuga lo pone dunque oggi, come uomo di palco e di penna, paradossalmente al centro di un rinnovato concorso d'interesse sul tema".
Contro la morte dello spirito Alvaro Mutis
"Si innalza contro qualcosa di molto più generale, intimo… e quindi diffuso: contro la profonda perdita di senso che commuove la società contemporanea".
Il Brasile di Lula Eric Hobsbawn
"Si può dire che l’elezione di Lula è una conseguenza diretta dell’applicazione al Brasile sia delle riforme del FMI sia del fondamentalismo di mercato."
Il Darwinismo sociale François Guéry
"Il tipo d'uomo forte, il più abile nella lotta per la sopravvivenza, l'uomo del Nord industrializzato, economo, che conta solo su se stesso per riuscire nella vita".
L'ora del poeta militante Norma Couri
"Spero che non si intorbidiscano le acque. Spero che il café society letterario non sostituisca gli scrittori di professione".
Futuro Cristovam Buarque
"Assumiamo, riprendiamo la differenza che c'era prima dell'Illuminismo. Diciamolo che ci sono due specie di esseri umani".
Intervista con Ernesto Sabato Romano Pitaro
"Da questo irrimediabile sconforto nacque il canto più strano che sia mai esistito, il tango che una volta Enrique Discepolo defini un pensiero triste che si balla. Il tango è l'unico ballo popolare introspettivo".
Il giovane Hofmannsthal Stefan Zweig
"Un genio grandioso, il quale già a sedici e diciassette anni si è iscritto negli eterni annali della lingua tedesca con versi incancellabili e con una prosa tuttora insuperata.
Fare ballare gli orsi Luís Fernando Veríssimo
"Gli orsi, al contrario dei cronistas, non hanno il benché minimo desiderio di smuovere le stelle con le loro esistenze, o con i loro grugniti".




.